Attività

estive

Sei qui:

zaino

MONTE PUNTA 1952m

Si parte da Zoppè di Cadore, sentiero Cai n°496. È “l’ombelico” di Zoldo, da cui si gode un panorama circolare sui monti della valle. Si raggiunge dall’abitato di Casal (1028 m) in versante sud, oppure, più brevemente, dal Passo Tamài (nord), partendo da Pian del For (1329 m, Zoppè) o dal villaggio di Costa (1425 m). Dal Tamài si può anche salire, in direzione opposta, al Sass de Formedàl (2020 m, ore 1), balcone panoramico sul Pelmo.

TRIOL DEL CAMILLO 1100m ca

Si parte da Forno di Zoldo, località Ciambèr, sentiero Cai n°491. Facile e breve sentiero naturalistico sulle pendici del Castelàz, fattibile anche in primavera, data la bassa quota e l’esposizione al sole (nel bosco il primo tratto). Interessanti cartelli lungo il percorso descrivono le specie vegetali ed animali presenti.

SASSO DI BOSCONERO 2468m

Si parte da forcella Cibiana per il sentiero Cai n°483 o da Forno di Zoldo, località Pontesèi, per il sentiero Cai n°485. È la cima più elevata del gruppo del Bosconero e si raggiunge sul versante meridionale, che digrada con bancate rocciose e ghiaioni, priva di passaggi di arrampicata. Il dislivello dal fondovalle è però notevole, e conviene spezzare la salita pernottando al rifugio Casèra di Bosconero. Dalla cima si gode un ampio panorama sulle Dolomiti orientali e sulle Prealpi Bellunesi.

PORTA DELLA SERRA 2100m ca

Si parte da Forno di Zoldo, località I Casoni o da passo Cibiana per il sentiero Cai n°487. La lunga e monotona salita nel bosco per la strada dai Casoni (629 m, sr 251) fino a Pian Grand (1271 m), viene ampiamente ripagata dalla impressionante vista sul Canale del Maè dalle Pale di Còleghe e dalla suggestiva inquadratura sulla Val di Zoldo dalla Porta della Serra.

PRAMPER E PRAMPERET 1857m

Si parte da Forno di Zoldo, Piàn de la Fòpa, sentiero Cai n°523. La strada della Val Prampèr, percorribile in auto fino a Pian de la Fopa (1210 m), è una comoda via di accesso al settore nord orientale del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi. Da lì si prosegue per Malga Prampèr (navette in stagione) e quindi si può salire al Pramperèt e a Forcella Moschesin, in ambiente molto aperto e solatio.

CASTELLO DI MOSCHESIN 2499 m

Si parte da Forno di Zoldo, Piàn de la Fòpa per il sentiero Cai n°523,540 e n°543. La cima delimita a ovest la testata della Val Prampèr, nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, ed è un balcone sulla valle di Àgordo, sulle Dolomiti a oriente del Cordévole, le Cime di Prampèr e Spiz di Mezzodì. L’accesso a Forcella Larga dalla Val Prampèr è ostico e non segnato, anche se evidente; in caso di dubbi conviene salire dal Vant de le Forzèle .

TAMER GRANDE 2547m

Si parte dal passo Duràn imboccando il sentiero Cai n°524. La Porta dei Tàmer separa il sottogruppo del San Sebastiano da quello dei Tàmer e da essa una cengia ascendente intaglia la parete ovest del Tàmer Piccolo e permette di salire con qualche facile passaggio di arrampicata il Tàmer Grande.

GIRO DI TAMER-SAN SEBASTIANO

Si parte dal passo Duràn imboccando il sentiero Cai n°536,523 e n°543. Percorso lungo e con numerosi saliscendi, ma in ambiente molto vario e piacevole. Dal Passo Duràn (1601 m) si segue il tratto dell’Anello Zoldano sul versante orientale del monte, poi si sale a Forcella Moschesìn (1990 m ca) e si ritorna al passo sul versante occidentale (Alta Via n.1).

VANT DI MOIAZZA 2100m ca

Si può partire da Zoldo Alto, località Chiesa per il sentiero Cai n°559, proseguendo su tratti non segnati e per il Sentiero Angelini n°558 e n°557. Uno dei più bei vant dei monti di Zoldo, ricco di fioriture, di solchi glaciali e di fenomeni carsici. Interessante il percorso di salita che passa per la cascata di Moiazza, intrigante la visita dei “labirinti” nelle Fratture dei Scalet. Proseguendo per il Sentiero Angelini (nord) si scavalcano le insidiose Crèpe di Moiazzetta, in ambiente solitario, e si scende in Val de la Grava.

ISCRIZIONI ROMANE 1792m

Si parte da Zoldo Alto, dalla malga Piòda. Gli antichi romani, sulle pendici settentrionali della Civetta segnarono i confini tra le province di Belunum e Iulium Carnicum. Una di queste scritte è incisa sulle rocce accanto ai ruderi di Casèra Righess, in Val delle Ziolère (1792 m), e si raggiunge da Malga Pioda (1815 m).

CIMA COLDAI 2403m

Si parte da Zoldo Alto, dalla malga Piòda per il sentiero Cai n°523. Una facile escursione porta in ambiente di alta montagna, al rifugio Coldài e all’omonimo laghetto glaciale. Dal rifugio si può salire a Cima Coldài, appendice settentrionale della Civetta, superando il tratto finale che richiede attenzione. Ampio panorama sulla Val di Zoldo e fino alle Alpi austriache, impressionante prospettiva sulla parete nord-ovest della Civetta, sul laghetto Coldài e, 1500 metri più in basso, sulla Val Cordévole e il lago di Àlleghe.

MONTE CIVETTA 3220m

Si parte da Zoldo Alto, dalla malga Pioda o dalla malga la Grava imboccando il sentiero Cai n°557 o sentiero Tivàn. La via normale di salita ricalca la via dei primi salitori lungo il vallone orientale ed è in gran parte attrezzata. Grandioso il panorama dalla cima. Gradita la presenza del rifugio Torrani poco sotto la vetta, nel quale vale la pena fermarsi a pernottare. L’attacco (2350 m) si può raggiungere dal rifugio Coldài (2132 m) con il Sentiero Tivàn, oppure dalla Grava (1627 m) dove si può giungere in auto da loc. Le Vare (sp 347).

SPIZ DE ZUEL 2033m

Si parte da Zoldo Alto, dalla malga la Grava per il sentiero Cai n°584. Cima panoramica e punto di vista privilegiato sul versante est della Civetta. Si raggiunge per una ex strada militare dalla Casèra della Grava (1627 m), in ambiente aperto di pascolo (trincee sulla cima).

IMPRONTE DEI DINOSAURI 2050m

Si parte da Zoldo Alto, dal passo Staulanza per il sentiero Cai n°472. Escursione poco faticosa (salvo il ripido tratto finale su ghiaie instabili). Dal Passo Staulanza (1766 m) seguendo il sentiero 472 (Alta Via n.1) si raggiunge la base del Pelmetto, dove una deviazione (segnalata) porta a un grande masso in cui sono impresse un centinaio di impronte di dinosauri che risalgono al Trias Superiore, attribuibili a rettili bipedi alti da 80 cm a 3 m.

GIRO DEL PELMO 1946m

Si parte da Zoldo Alto, dal passo Staulanza per il sentiero Cai n°472. Lunga escursione ad anello di grandissima soddisfazione in ambiente vario: boschi di conifere, distese di mughi, pascoli, ghiaioni, permafrost, roccia. Dal Passo Staulanza (1766 m) si segue il sentiero per la Val d’Arcia, che costeggia a nord il Pelmo, per il vasto ghiaione-ghiacciaio sale a Forcella di Val d’Arcia (2476 m) e scende al Rifugio Venezia; da qui prosegue l’aggiramento di Pelmo e Pelmetto sul versante sud per tornare al Passo Staulanza.

MONTE PELMO 3159m

Si parte da Zoldo Alto, dal passo Staulanza per il sentiero Cai n°472 che si segue fino al rifugio Venezia. Un itinerario per escursionisti allenati, con piede fermo, che non temono il vuoto. La cengia di Ball è aerea e richiede la massima concentrazione, ma è di grande soddisfazione; noioso il ghiaione intermedio battuto dal sole, interessanti la conca glaciale e la terrazza che precedono la cima. In giornate limpide il panorama spazia dalle Alpi austriache alla laguna di Venezia.

ARSIERA E VAL INFERNA 1574m

Si parte da Forno di Zoldo, località Cornigiàn. Una breve passeggiata consente di godere il fascino del paese abbandonato di Arsièra (1310 m) e delle vestigia delle antiche miniere argentifere. Dal ru Cervegana (1122 m), poco a valle di Cornigiàn, con un percorso breve e poco faticoso si sale ad Arsièra. Poco a monte del villaggio si trovano gli imbocchi delle miniere e da lì è anche possibile proseguire fino a Forcella di Val Inferna.

ANELLO DELLE MINIERE

Si parte da Forno di Zoldo, località Cornigiàn. Da Cibiana di Sotto (946 m), attraversando il torrente Rite, si raggiungono in breve gli antichi siti minerari di Carsié e di Ronzei (1050 m ca), dove si estraevano minerali di ferro. L’escursione si può completare con il Sentiero dei Tabià, che sale a Col Cuco, scende verso il lago di Valle di Cadore e risale per la strada di Pian de Sora.

SASSOLUNGO DI CIBIANA 2413m

Si parte da Cibiana di Cadore, dalla forcella Cibiana per il sentiero Cai n°483. Divertente ascesa su questa panoramica cima. La salita avviene sul versante meridionale partendo da Forcella Cibiana (1530 m) per Forcella Bella, da dove si prosegue su esile traccia e facili roccette.

foto r.d.r.

Monte Punta


  • Difficoltà: facile

  • Tempi di percorrenza: 2-3 ore
  • Dislivello: 920/630 m

Triol del Camillo


  • Difficolta: facile
  • Tempi di percorrenza: 2 ore

  • Dislivello: 250m

Sasso di Bosconero


  • Difficoltà: facile
  • Tempi di percorrenza: 7 ore

  • Dislivello: 1650m

Porta della Serra


  • Difficoltà: facile ma lungo
  • Tempi di percorrenza: 5 ore

  • Dislivello: 1470m

Pramper e Pramperet


  • Difficoltà: facile
  • Tempi di percorrenza: 1-3 ore

  • Dislivello: 330/750m

Castello di Moschesin


  • Difficoltà: facili passaggi di arrampicata
  • Tempi di percorrenza: 6 ore

  • Dislivello: 1200m

Tamer Grande


  • Difficoltà: difficoltà alpinistiche elementari
  • Tempi di percorrenza: 5 ore

  • Dislivello: 950m

Giro di Tamer


  • Difficoltà: lungo ma facile
  • Tempi di percorrenza: 10 ore

  • Dislivello: 800m

Vant di Moiazza


  • Difficoltà: facile
  • Tempi di percorrenza: 2.3 ore

  • Dislivello:800m

Iscrizioni Romane


  • Difficoltà: facile
  • Tempi di percorrenza: 1 ora

  • Dislivello: 100m

Cima Coldai


  • Difficoltà: facile
  • Tempi di percorrenza: 3 ore

  • Dislivello: 870m


Monte Civetta


  • Difficoltà: molto impegnativo
  • Tempi di percorrenza: 10 ore

  • Dislivello: 1600m


Spiz de Zuel


  • Difficoltà: facile
  • Tempi di percorrenza: 1 ora

  • Dislivello: 400m

Impronte dei Dinosauri


  • Difficoltà: facile
  • Tempi di percorrenza: 1ora e 15min

  • Dislivello: 250m

Giro del Pelmo


  • Difficoltà: impegnativo
  • Tempi di percorrenza: 8 ore

  • Dislivello: 700m


Monte Pelmo


  • Difficoltà: molto impegnativo, tratti esposti su cengia, passaggi di facile arrampicata
  • Tempi di percorrenza: 7 ore

  • Dislivello: 1220 m dal Rif. Venezia

Arsiera e Val Inferna


  • Difficoltà: facile
  • Tempi di percorrenza: 1.3 ore

  • Dislivello: 480m

Anello delle Miniere


  • Difficoltà: facile
  • Tempi di percorrenza: 3 ore

  • Dislivello: 200m

Sassolungo di Cibiana


  • Difficoltà: alcuni passaggi di facile arrampicata
  • Tempi di percorrenza: 3 ore

  • Dislivello: 900m

Klettern u. Bergwandern in Österreich Logo InterregIV Logo Cai Veneto Comune di Forno di Zoldo Comune di Zoppe di Cadore Comune di Cibiana di Cadore Villaggidegliapinistiaustria